Artigianato e creatività

Pubblicato il 04/07/2018 by Antonino

Creare è dare una forma al proprio destino.”
Albert Camus

Dopo il boom della commercializzazione di prodotti di massa, un pubblico sempre più crescente pare ritornare alla ricerca di pezzi unici e lavorati a mano. Tanto che, negli ultimi anni, uno dei settori più ricercati e in voga sembra essere quello dell'artigianato.

Un mondo, dove la creatività e il lavoro manuale sono alla base della produzione.

Dedizione e professionalità sono qualità che distinguono il lavoro di Paolo Tonda, un artigiano che da molti anni si è dedicato alla realizzazione di cornici. Nella sua bottega puoi trovare cornici di tutte le tipologie e dimensioni. Una lavorazione a mano, lenta, che si rifà alle antiche tecniche dei mastri corniciai.



Il profilo del corniciaio

Il corniciaio non è un lavoro semplice, richiede molto spirito d'iniziativa e un grande impegno personale. Come molte altre attività del mondo dell'artigianato, la corniceria è provvista essenzialmente di due locali, il negozio, preposto alla vendita, e un laboratorio, dove vengono realizzate, appunto, le cornici.

Come avviene la realizzazione delle cornici?

Prima della vera e propria fase di realizzazione della cornice, l'artigiano deve concordare insieme al cliente, tutta una serie di informazioni basilari quali ad esempio le misure, il modello, i colori da usare.

Successivamente si passa alla lavorazione vera e propria:
  • taglio del materiale, che può essere legno, metallo, vetro ecc...
  • assemblaggio delle varie parti per formare la cornice;
  • verniciatura;
  • preparazione della “schiena” della cornice, ovvero la parte posteriore che la sorregge.


Le competenze di un corniciaio

Innanzitutto, un buon artigiano che si occupa della realizzazione di cornici deve dimostrare:
  • di saper usare molto la fantasia e la creatività, base fondamentale per questo mestiere;
  • avere molta pazienza ed elasticità mentale nel dialogo col cliente per riuscire a capire le sue esigenze e soddisfarle;
  • saper utilizzare le macchine per la lavorazione;
  • conoscere bene i materiali che va ad usare.


Paolo Tonda si è formato e ha lavorato a fianco di vari professionisti del settore. Dal 1997 gestisce personalmente la bottega artigiana con maestria e passione. Ogni cornice è un pezzo unico e inimitabile perchè sei tu a scegliere come rifinirla ed impreziosirla con disegni o intagli a mano.

Non solo bottega artigiana!!!

Oltre alla produzione e alla vendita, Paolo Tonda ha realizzato, accanto al negozio, una piccola galleria d'arte che espone opere d'arte di grandi artisti italiani.

Vai sul sito http://www.corniceriapaolotonda.it/ e scopri di più. Oppure ti consiglio di passare in via Aretina a Firenze per toccare con mano.